Degenderate magazine lgbt
Degenderate magazine lgbt
logodegenderatedefinitivotrasparente

Iscriviti alla newsletter!

Iscriviti alla newsletter!

blog degenderate magazine

ARTICOLI><

Per non perderderti nessun articolo, news o evento.

Per non perderderti nessun articolo, news o evento.

logodegenderatedefinitivotrasparente

Ciseteronormatività, sessismo e stereotipi di genere: un Manifesto

05-19-2022 00:36

Silvia Selviero

Degenderate, Numero 6, degenderate, articolo lgbt, arcigay salerno, arcigay, gabriella campanile, rivista lgbt, gay italia, articolo sui diritti, diritti umani, rivista queer, silvia selviero, articoli lgbt, lgbt italia, argomenti gay, degenderate magazine, lettera a me stessa, gabriella campanie giornalista, scritti di gabriella campanile, body neutrality, qdigitaly, q digitaly, qdigitaly per i diritti, web agency per i diritti, web agency lgbt, q digitaly lgbt, agenzia web per i diritti, corpo, corpo neutrale, gabriella degenderate, il gioco dei perchè edizione femminista, il gioco dei perchè, femminista gabriella capanile, articolo femminista, edizione femminista, associazione femminista, friendly reminder, ricerca scritti femministi, pronomi maschili e femminili, uso dei pronomi, pronome femminile uso, spetto fisico, pubblicità di cosmetici, rosy bindi, samantha cristoforetti, perchè la bruttezza è un'offesa, brutta storia di un corpo come tanti, giulia blasi, intervento chirurgico, perchè la grassezza è un'offesa, industria della bellezza, beauty mania, glossario corpo, corpo lgbt, Ciseteronormatività, eteronormatività, stereotipi, stereotipo cosa è, chi è uno stereotipo gay, stereotipo gay italia, stereotipo e teichette,

Ciseteronormatività, sessismo e stereotipi di genere: un Manifesto

Tempo di lettura 4'

Il sessismo dice a lei: “Una donna si crea dei desideri e aspetta che siano soddisfatti dal suo uomo. Non chiede nulla in maniera diretta. Se è diretta è aggressiva, e questo spaventa gli uomini. Deve solo mandare dei segnali, se lui è abbastanza interessato capirà da solo.”

Il sessismo dice a lui: “Un uomo assume il controllo della situazione. Sa sempre qual è la cosa giusta da fare per sé e per la sua compagna. Non deve mai dare l'impressione di dubitare di se stesso, e più è diretto e intraprendente e più sarà appropriato. Non c'è alcun ostacolo insormontabile quando passa all'azione.”

 

Il sessismo dice a lei: “Fidati di lui, tu sei il sesso debole.”

Il sessismo dice a lui: “Fidati di te stesso, tu sei il sesso forte.”

 

Il sessismo dice a lei: “Fatti prendere, sei una preda.”

Il sessismo dice a lui: “Prendila, sei un predatore.”

 

Il sessismo dice a lei: “Fallo sentire come se fosse il Padreterno, sii accondiscendente in tutto e non sfidarlo mai. In cambio lui ti proteggerà e ti tratterà come il fragile fiorellino che sei. E accontentati di questo perché è un onore.”

Il sessismo dice a lui: “Falla sentire un tesoro prezioso che deve essere custodito da te, che sei il migliore per farlo, non sbagliare neppure una volta, corri a salvarla quando è in difficoltà e reggi sulle tue spalle i problemi di entrambi. In cambio lei ti darà cibo, sesso, biancheria pulita e comfort emotivo, e adempierà a tutti i compiti che non ti devi azzardare a portare a termine tu, se non vuoi essere visto come una schifosa femminuccia. E accontentati di questo perché è un onore.”

 

Il sessismo dice a tutt’e due: “Se vi conformate a questi ruoli che vi abbiamo assegnato sarete felici e soddisfatti, e quando vi stanno stretti perché vanno contro il vostro unico modo di essere è solo colpa vostra. Significa che non siete all’altezza delle aspettative.”

 

Lei non comunica davvero con lui perché le è stato insegnato che se dice in maniera diretta cosa desidera lo sta prevaricando, e che deve aspettare che le cose le piovano dal cielo in nome dell'ingegno, della forza, dell'intelligenza e della perspicacia maschile. Oltretutto lo deve far sentire come se fosse il Padreterno, quindi i desideri e i bisogni di lui sono più importanti dei suoi, e deve passargli il messaggio (e autoconvincersi) di essere persa senza il suo aiuto. Quando lui non riesce a capire cosa le balzi in testa, è colpa di lei, che non è stata abbastanza brava da lanciare i segnali per fargli avere l'illuminazione. E se lui prova a penetrare le sue difese lei si chiuderà a riccio, perché sennò la sua maschera di dolce fanciulla che non prevarica mai e non deve affrontare le situazioni di petto sarebbe troppo dura da reggere.

Lui non comunica davvero con lei perché gli è stato insegnato che confidarle i suoi problemi, le sue debolezze, le sue ferite, le sue insicurezze non si addice alla parte forte, e che se lo facesse lei che è la parte debole avrebbe troppo potere su di lui. E se lei prova a penetrare le sue difese lui si chiuderà a riccio, perché sennò la sua maschera di Superman che ha il controllo della situazione sarebbe troppo dura da reggere.

 

Lei non si sente all'altezza e accumula frustrazione e rancore.

Lui non si sente all'altezza e accumula frustrazione e rancore.

 

Il sessismo dice a tutt’e due: “Le vostre incomprensioni sono normali, perché gli uomini vengono da Marte e le donne vengono da Venere. È compito vostro continuare a comportarvi come avete sempre fatto e non andare mai oltre, sennò state sovvertendo l'ordine naturale delle cose.”

 

Lei sente che lui si stia facendo i suoi stronzi comodi e che si creda il Padreterno, e si incazza perché non è il Principe Azzurro che il sessismo le ha promesso.

Lui sente che lei non sia soddisfatta e quando vuole risolvere il problema lei non gli spieghi cosa voglia, e si incazza perché non è l'angelo del focolare che il sessismo gli ha promesso.

 

Lei si accorge che lui non abbia fiducia in lei e che la ritenga troppo inferiore per avere una soluzione, anche quando sta cercando un confronto e le capita di alzare la voce.

Lui si accorge che lei non abbia fiducia in lui e che lo ritenga un bruto violento che le farà del male, anche quando sta cercando un confronto e gli capita di alzare la voce.

 

Lei esprime più facilmente (ma non solo e non sempre) il suo malessere con la violenza psicologica o negandogli il comfort emotivo, la sicurezza di un ambiente sicuro e il benessere di cui lui ha bisogno come essere umano.

Lui esprime più facilmente (ma non solo e non sempre) il suo malessere con la violenza fisica o negandole i beni materiali, la sicurezza di un ambiente sicuro e la stabilità economica di cui lei ha bisogno come essere umano.

 

Lui la accusa di essere troppo complicata e di non sapere quello che voglia veramente.

Lei lo accusa di essere un insensibile e di non sapere quello che voglia veramente.

 

Lui si convince che lei abbia ragione, e oscilla tra il sentirsi in colpa e il pensare che le donne siano stronze, approfittatrici, sanguisughe e capaci di darti e toglierti la figa (ossia il loro scopo principale).

Lei si convince che lui abbia ragione, e oscilla tra il sentirsi in colpa e il pensare che gli uomini siano stronzi, approfittatori, ti prosciughino ogni energia psicofisica e capaci di darti e toglierti la possibilità di avere i soldi per comprare la felicità (ossia il loro scopo principale).

 

Lui pensa che la società in cui è cresciuto sia un pochino ingiusta verso gli uomini.

Lei pensa che la società in cui è cresciuta sia un pochino ingiusta verso le donne.

 

Lei si convince che sia impossibile che uomini e donne si comprendano davvero e che gli uomini servano solo a farsi comprare macchine costose, laptop di ultima generazione, vestiti eleganti e una scopata che soddisferà le sue voglie e la renderà madre.

Lui si convince che sia impossibile che uomini e donne si comprendano davvero e che le donne servano solo a pulire la casa, cucinare e soddisfare la sua voglia di possederle carnalmente e nell'anima e dargli un erede maschio in cui rispecchiarsi.

 

Lei sta male ma non riesce a capire come mai, e continua a recitare il ruolo che le hanno dato senza metterlo in discussione.

Lui sta male ma non riesce a capire come mai, e continua a recitare il ruolo che gli hanno dato senza metterlo in discussione.

 

Lei ha relazioni insoddisfacenti e diventa ancora più sprezzante e diffidente verso gli uomini, e ancora meno incline a comunicare veramente e a sviluppare la sua capacità di empatia.

Lui ha relazioni insoddisfacenti e diventa ancora più sprezzante e diffidente verso le donne, e ancora meno incline a comunicare veramente e a sviluppare la sua capacità di empatia.

 

Il femminismo denuncia tutto questo, incluse le ragioni per cui ci sia una disparità di potere non da poco a svantaggio delle donne in questo schema, anche meno simmetrico di come l’articolo mostri.

E gli uomini e le donne sessist3 si lamentano che l3 femminist3 siano solo fanatiche che cercano di andare contro natura poiché incapaci di accettarla, e che sia molto più costruttivo continuare una lunga tradizione di rancore, ciseteronormatività, stereotipi di genere, frustrazione, costrutti sociali dannosi e ostilità, perché uomini e donne sono irrimediabilmente opposti e irresistibilmente attratti, ed è sano e naturale che non ci siano né dialogo né empatia tra di loro.

 

“E grazie al sessismo vissero tutt3 felici e content3”. STOCAZZO.


Privacy e Cookie Policy

Copyright 2021 © Degenderate Right Reserved.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarci un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.

SITO WEB REALIZZATO DA Q DIGITALY

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder